• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

Cerca nel sito

Chi è online

 3 visitatori online

login utente

Registrandoti sul nostro portale potrai commentare gli articoli, ricevere comunicazioni ed accedere ad altri servizi in corso di realizzazione.



A Scanno 535 partenti, il 10% in più dello scorso anno E-mail

 Marathon degli Stazzi,  

un record tira l’altro 

  PARTENZA

Ed anche l’undicesima edizione della marathon degli Stazzi è andata! Un’edizione da record, l’ennesimo primato stabilito dalla “gara di Scanno”: ben 535 biker hanno partecipato alla manifestazione, il 10% in più rispetto allo scorso anno, a conferma di un trend in costante crescita per un evento divenuto appuntamento fisso per gli appassionati delle “ruote grasse”. L’aumento del numero di iscritti non era per niente scontato soprattutto per la concomitanza con alcuni altri importanti eventi. Ma a Scanno i biker vanno volentieri per non perdersi gli spettacolari tracciati di gara, l’organizzazione impeccabile, la location da favola. Raccolgono sempre più consensi i 60 chilometri di montagna vera, con tre valichi ad alta quota (a 1815, 1750 e 1631 m.s.l.m.) in rapida successione, immersi nella riserva regionale “Chiarano-Sparvera” e nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Salite impegnative ma pedalabili, discese tecniche ma sicure, panorami mozzafiato sui monti dell’Appennino Centrale, passaggi sulle rive del lago di Scanno e nei vicoli del centro storico del paesino, inserito nel ristretto club dei “borghi più belli d’Italia”. E lo standard organizzativo? La marathon degli Stazzi impegna più di 150 persone fra volontari e forze dell’ordine. Si pensi che solo in ognuno dei 4 punti ristoro ci sono almeno 15 persone. I ragazzi del ristoro di “Ziomas” hanno addirittura improvvisato un “jukebox vivente”, un’orchestrina di quattro elementi che, con chitarra e fisarmonica, ha alleviato la fatica degli atleti. I presidi sanitari della Croce Rossa erano in ogni punto “critico”. Nel pranzo allestito al palazzetto dello sport comunale si sono serviti più di 800 pasti completi ad atleti ed accompagnatori. 

Dal punto di vista agonistico l’ha spuntata il Reatino Roberto Crisi (A.S.D. Kento Racing Team) capace nel finale di staccare i compagni di fuga Pasquale Sirica (Cicloo Bike Team) e Vincenzo della Rocca (Cubulteria Bike), entrambi Campani. Crisi ha coperto i 60 km  e 1800 metri di dislivello positivo in 2:42:14, staccando Sirica e della Rocca di 1 minuto e mezzo e 3 minuti. Fra le ragazze vittoria netta di Sandra Marconi (ASD Cicli Copparo), secondo posto per Nunzia Gammella (MTB Fan), terzo gradino del podio per Claudia Cantoni (NW Sport Cicli Conte Fans Bike). Livello agonistico molto alto anche nel percorso “Classic” (40 km e 1100 metri di dislivello), cui manca, rispetto al “marathon”, la salita di Passo Godi  ma che in compenso presenta l’erta di “Capo la Costa” e il tremendo Vallone delle Masserie, una discesa prima tecnica, poi velocissima. Vittoria Laziale anche qui con Guido Cappelli (NW Sport Cicli Conte Fans Bike) con il tempo di 1:47:02; secondo e terzo rispettivamente Giuseppe Romano  (A.S.D. Kento Racing Team) e Marco Fortunato (Avezzano MTB). Sul gradino più alto del podio femminile del percorso “Classic” è salita Valeria Gubbiotti (Team Bike Miranda), seconda è giunta Paola Cascante (Jolly MTB), terza Emanuela Bellissimi (Alatri Bike). 

Oltre ai due percorsi “point to point” c’è n’è stato uno di “cross country” riservato alle categorie esordienti ed allievi che ha entusiasmato i circa 40 atleti in erba al nastro di partenza (la gara si è svolta subito dopo la partenza dei “grandi”). L’anello, di 6 km e 200 metri di ascesa, comprendeva la salita al “Colle Sant’Egidio” ed un single track in discesa con vista mozzafiato sul Lago di Scanno. Applausi per tutti ed apoteosi al passaggio dei piccoli ed agguerriti biker Scannesi iscritti alla competizione. 

image00m2

La marathon degli Stazzi si conferma dunque evento di “grande cilindrata”, per usare le parole del Presidente dell’MTB Scanno Mario de Vincentis. Oltre a percorso e location, il segreto del successo è il coinvolgimento nell’organizzazione di gran parte della popolazione della cittadina, non solo degli aderenti alle tante associazioni ma anche di tanti volontari non iscritti ad alcun sodalizio. Si tratta in sostanza di una “macchina” rodata, che in questi 11 anni di successi ha affinato i propri meccanismi in modo che il giorno della gara nulla sia lasciato al caso. Macchina, peraltro, che presto si rimetterà in moto per sostenere l’organizzazione di XTerra Abruzzo, unica tappa italiana del triathlon off-road internazionale, in programma a Scanno il prossimo 26 luglio. 

Sono trascorsi 11 anni, insomma, dal lontano 2004, anno in cui i ragazzi dell’MTB Scanno proposero quest’evento, ispirandosi alla mitica “Rampilonga” della Val di Fassa.Intanto già si pensa al 2015 ed alle possibili novità da proporre al mondo delle ruote grasse. D’altronde ci sono la 12ª Marathon degli Stazzi da organizzare ed un record di iscritti da battere…

 
CLASSIFICHE XI MARATHON DEGLI STAZZI E-mail

PERCORSO LUNGO

PERCORSO CORTO

 
FOTOGRAFIE DELLA XI MARATHON DEGLI STAZZI E-mail

Vi comunichiamo che tutte le foto della manifestazione "Gran fondo degli Stazzi 2014 " realizzate dallo Studio Fotografico Donato Paletta  possono essere visionate ed acquistate direttamente online  sul sito www.fotoout.it